Ogni casa dovrebbe avere un “Settee”

Nello spazio dedicato al dialogo, davanti ad buon un caffè o un thè, non poteva mancare un “Settee” originale anni 60 attribuito a Paolo Buffa.

Questo salotto è completo, con due poltrone ed un adorabile divano due posti (“Settee”), ed è stato utilizzato senza fare alcuna modifica. Abbiamo trovato questo prezioso tesoro in un vecchio magazzino, messo in disparte e ben nascosto, ma soprattutto ben conservato.

Il tessuto è velluto a pelo corto originale. Ha mantenuto tutte le nuance del velluto di vecchia tessitura e, dalla rifinitura della passamaneria utilizzata, così come dalle cuciture, si evince che è stato tappezzato a mano.

La struttura è pressoché intatta, qualche piccolo fregio qua e là ne indicano l’originalità del legno e della sua verniciatura. Anche la seduta non ha subito danni nel tempo proprio per il suo mancato utilizzo.

Questo “Settee” e le due poltrone sono attribuiti a Paolo Buffa per la forma della struttura, sia come sinuosità delle linee, sia come dimensioni tipiche delle sue sedute.

Li abbiamo abbinati al tavolo “ragno” di De Carli perché hanno la stessa essenza e finitura di colore. L’atmosfera in questo spazio è davvero speciale, è come sedersi in un’epoca diversa, ma con stile e armoniosità delle forme che danno un senso di modernità, passata.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s